Descrizione

Si definisce guida turistica chi, per professione, accompagna singole persone o gruppi con lo scopo di illustrare le attrattive storiche, artistiche, monumentali, paesaggistiche nonché le risorse produttive del territorio.
L'esercizio della professione è consentito, ai sensi dell' articolo 3, comma 1, della legge 6 agosto 2013, n. 97, indipendentemente dall'ambito territoriale in cui è stata conseguita l'abilitazione
Per l'esercizio dell'attività nei siti di particolare interes s e storico, artistico o archeologico, di cui all’articolo 3, comma 3, della l. 97/2013, è necessario il conseguimento della specifica abilitazione, ai sensi del medesimo comma 3.

Il materiale pubblicitario e informativo delle prestazioni professionali delle guide turistiche contiene l'indicazione dei relativi prezzi. È vietato applicare prezzi superiori a quelli pubblicizzati.

Modalità di richiesta

Avvio attività:
L’esercizio della professione di guida turistica è soggetto a SCIA da presentarsi allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) competente per il territorio nel quale si intende iniziare l'attività, in modalità telematica, tramite il Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR), utilizzando il codice attività 79.90.2R.
La SCIA, completa di tutta la documentazione presentata ha efficacia immediata.
L’esercizio della professione da parte dei cittadini di altri stati membr i dell’Unione europea è sogget to alle disposizioni di cui al d.lgs. 206/2007.

Variazioni - Cessazione:
La variazione o la cessazione dell'attività di guida turistica deve essere comunicata allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), in modalità telematica, tramite il Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR), utilizzando il codice attività 79.90.2R.

L'ufficio SUAP dal 1 aprile 2015 non accetta pratiche in forma cartacea neanche da soggetti di natura non imprenditoriale (Associazioni, Circoli e Affittacamere non professionali).

Per l'accesso alla piattaforma STAR - Sistema Telematico di Accettazione Regionale è sufficiente la tessera sanitaria mentre per la presentazione di istanze è necessaria anche la Firma digitale, le istruzioni relative a tale procedura sono comunque disponibili all'interno del sito della Regione.

Requisiti del richiedente

Requisiti soggettivi, morali e professionali :
a) possesso di uno dei seguenti titoli di studio:
- diploma di istituto secondario di secondo grado;
- titolo di studio universitario, tra quelli che saranno indicati con il regolamento attuativo, che esenta dalla frequenza dei corsi di cui alla lettera b);
b) abilitazione all'esercizio della professione, conseguita mediante la frequenza dei corsi di qualificazione professionale e il superamento del relativo esame.
c) assenza di condanne penali con sentenza passata in giudicato che comportino l’interdizione, anche temporanea, dall’esercizio della professione, salvo che sia intervenuta la riabilitazione o che siano decorsi cinque anni dal giorno in cui la pena è stata scontata o che, con sentenza passata in giudicato, sia stata concessa la sospensione condizionale della pena.

Documentazione da presentare

Alla Scia di avvio attività deve essere allegata una fototessera a colori (in formato digitale)

Iter procedura

Per il rilascio del tesserino il Comune, accertata l'esistenza dei presupposti e dei requisiti di legge e provvede entro 60 giorni,  al rilascio di un tesserino di riconoscimento con foto, con  secondo il modello indicato dal dirigente della competente struttura della Giunta regionale

Costi

DIRITTI SUAP
Gli importi sono consultabili nella scheda della sezione modulistica Suap dedicata

Tempi

Il tesserino di riconoscimento viene rilasciato dal Settore 5 Servizi di gestione del Territorio ed alle Imprese, entro 60 giorni dalla presentazione della SCIA, previa verifica della completezza della documentazione richiesta.

Informazioni

Presso la Giunta Regionale Toscana sono tenuti a fini di pubblicità e di statistica gli elenchi delle professioni turistiche. A tal fine il Comune trasmette le informazioni (nome, cognome, lingue conosciute, recapito telefonico, indirizzo posta elettronica) di coloro che hanno presentato scia di avvio attività.

Normativa di riferimento

- L.R. nr. 86 del 20 dicembre 2016
- Decreto del presidente della Giunta regionale 7 agosto 2018, n. 47/R (Regolamento di attuazione della L.R. 20 dicembre 2016 n. 86)

Riferimenti e contatti

Ufficio
Ufficio Sviluppo Economico
Referente
Elisa Pettini
Indirizzo
Viale Vanghetti n. 2 presso il Palazzo della Torre - 1° piano
Fax
055 8544727
E-mail
sviluppo.economico@comune.greve-in-chianti.fi.it
Orario di apertura
lunedì (15,00 - 18,00) giovedì (8,30 - 13,00 / 15,00 - 18,00)

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *