Descrizione

Lo Sportello Unico per l'Edilizia, istituito ai sensi dell'art. 5 del D.P.R. 380/01, così come modificato e integrato con l’art. 13, comma 2, lett. a) del D.L. 83/2012 conv. L. 134/2012, costituisce "l’unico punto di accesso per il privato in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti il titolo abilitativo e l’intervento edilizio oggetto dello stesso”.

Nell'edilizia privata rientrano tutti gli interventi su edifici e pertinenze di proprietà privata: case, negozi, uffici .....

PRESENTAZIONE PRATICHE E DEPOSITI ON-LINE

- Presentazione pratiche edilizie
- Depositi e progetti per impianti

- Deposito progetto impianti L. 248/2005 e D.M. 37/2008
- Depositi ai sensi della L. 10/91
- Dichiarazioni e Cerficazioni in materia di impianti

 

RICERCA PRATICHE

- Banca dati Titoli Edilizi - visure on line
- Banca dati Condono Edilizio - visure on line

 

 

ATTIVITA'

- Schede servizi e Modulistica

Attenzione: la modulistica unica regionale inerente le pratiche edilizie è disponibile nel sito della Regione Toscana (vedi link all'interno delle schede servizio)

 

COLLEGAMENTI UTILI

    Regolamenti
    Strumenti urbanistici generali
    Piano operativo

LINKS ESTERNI

    Regione Toscana
    Città Metropolitana di Firenze
    Soprintendenza FI-PT-PO
    Vigili del Fuoco
    Genio Civile
    Autorità di bacino del Fiume Arno
    Camera di Commercio di Firenze
    Azienda sanitaria di Firenze
    ISTAT

 

Modalità di richiesta

Ai sensi del  D.P.R.n.380/2001  modificato dall'art.54 della Legge n.221 del 28/12/2015, le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni e le comunicazioni inerenti le attività riguardanti l'Edilizia Privata, sono presentate allo Sportello Unico Edilizia con le seguenti modalità:


TRAMITE PEC:

1 - l'atto o l'insieme di atti dovranno pervenire da casella mail di posta elettronica certificata (PEC) alla casella mail di posta elettronica del nostro Comune ovvero " comune.greve-in-chianti@postacert.toscana.it " in quanto, prima di arrivare all'uff SUE, dovranno essere protocollati

2 - l'oggetto della mail PEC deve sempre iniziare con la parola "SUE" e poi "Nuova pratica ditta ..." segue ragione sociale oppure "SUE Integrazione a pratica inviata il (indicare giorno invio prima PEC) ditta ..."

3 - qualora il numero dei file non sia elevato (per dare un'indicazione: fino a 5 o 6) tutti gli atti dovranno pervenire in formato PDF/A (come previsto dal D.P.R. 160/2010) che siano: lettere, modelli compilati, tabelle, foto, planimetrie, ecc... firmati digitalmente uno per uno dal proprio responsabile, ovvero saranno file con nome "XXXXX.PDF.P7M" da allegare uno per uno alla mail PEC

4 - per un numero di file superiore tutti i PDF possono essere firmati  digitalmente uno ad uno e successivamente raccolti in un file ZIP da colui che sarà il responsabile di tutti i PDF.P7M contenuti nello ZIP, in questo caso il file da allegare alla mail PEC avrà un nome tipo "XXXXX.ZIP"

5 - nella creazione dei nomi file (.PDF, .P7M ecc) vi invitiamo a: non essere troppo lunghi, max 30/35 caratteri, ad abbreviare (cert=certificato, instal=installazione, amb=ambientale, senza mettere i punti: no cert.) e a non usare caratteri speciali, ticipi di una lingua, in particolare: lettere accentatte, Ç "c" con cediglia, "umlaut" tedeschi ä, ö, ü, ecc.... (ricordando che i software sono in maggioranza pensati per l'alfabeto inglese)

6 - in tutti i casi la mail PEC in partenza non potrà essere più grande di 20 Mb ovvero 20.480 Kb (circa), quindi, si invita ad adeguare i DPI (max 200) delle eventuali scannerizzazioni e se, non strettamente necessari, evitare i colori e i loghi/stemmi in alta risoluzione

7 - solo qualora si ritenga che il suddetto limite sia di ostacolo a una chiara rappresentazione del lavoro da svolgere con la pratica SUE, ad esempio, nr elevato di fotografie, tavole di Autocad da diversi Mb che durante la trasformazione in PDF o la riduzione di DPI o di scala, perdono la loro caratteristica principale ovvero la qualità dell'immagine necessaria proprio alla valutazione del progetto, si possono percorrere due strade:
A) se è sufficiente il doppio, ovvero 40 Mb, si possono spedire due mail PEC (una di seguito all'altra, senza far trascorre tempo oltre quello tecnico per l'invio) distribuendo gli allegati .P7M ed indicando alla fine dell'oggetto "mail 1 di 2" e "mail 2 di 2"
B) inviare la PEC allegando la sola istanza (modello principale compilato ed eventuale procura, firmati digitalmente, quindi, file "XXXXX.PDF.P7M") al fine di rientrare nel limite dei 20 Mb, e indicare nel testo della mail PEC che farà seguito entro i due giorni lavorativi successivi, la consegna all'Ufficio Protocollo del Comune (tramite: consegna manuale, Poste o corriere) di uno o più CD/DVD con tutti i documenti in alta risoluzione relativi alla pratica, ovvero reinserendo anche lo stesso modello principale ed eventuale procura, tutti firmati digitalmente
In tutti i casi non eccedere con il numero di PEC conseguenti ("mail 1 di 2" e "mail 2 di 2")

8 - a ogni mail, anche in caso di PEC conseguenti, sarà attribuito un diverso numero di protocollo in arrivo, rispettando il rapporto: 1 PEC = 1 protocollo
nell'eventualità di future comunicazione (a integrazione, ecc....) si prega il mittente di citare il protocollo della prima PEC inviata per la pratica, quella che aveva nell'oggetto: "mail 1 di ..."

NOTE:

1 - per la creazione/gestione dei file ZIP si consiglia il software free "7zip" scaricabile da "www.7-zip.org" (oppure, già in italiano, da "www.xnavigation.net/view/293/7zip/download.html" trovato tramite Google) in grado di elaborare molti formati (.zip, rar, tar, ecc....) in maniera più efficace del comando "cartella compressa" di Windows XP e successivi

2 - per la creazione di file PDF si consiglia il software free "PDFCreator" scaricabile da "www.pdfforge.org/pdfcreator" (oppure da "www.ilsoftware.it/querydl.asp?ID=873" trovato tramite Google) in grado anche di fondere più file (2 doc, 1 doc e 1 excel, 2 doc e 4 jpg, ecc...) in un unico PDF

Scaricare la modulistica direttamente dalla sezione dedicata

Requisiti del richiedente

Quali sono i soggetti che possono rivolgersi al  S.U.E.

Posso rivolgeri allo SUE il cittadino o il tecnico per le iniziative ed informazioni in materia edilizia,  l'ufficio SUE costituisce la struttura di raccordo operativo tra le amministrazioni e gli organi chiamati ad esprimersi su pareri procedimentali, con conseguente notevole semplificazione per gli interessati, che non dovranno rivolgersi ad uffici diversi e presentare più domande distinte in relazione ad un medesimo procedimento.

Il ruolo dello sportello unico è stato chiarito e rafforzato dal D.L. 83/2012, convertito dalla legge n. 134/2012, che ha aggiunto all’art. 5 del T.U. n. 380/2001 i commi 1bis e ter, stabilendo che lo sportello medesimo costituisce l’unico punto di accesso per il privato interessato in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti il titolo abilitativo e l’intervento edilizio oggetto dello stesso, che fornisce una risposta tempestiva in luogo di tutte le pubbliche amministrazioni comunque coinvolte.

Iter procedura

Come è organizzato il  SUE  nel Comune di Greve in Chianti

A partire dal 1° marzo 2016, vi è  l'obbligo di trasmissione in via telematica per TUTTE le pratiche di edilizia residenziale di competenza dello sportello SUE (possibilità dell'invio alternativo cartaceo solo per l'Attività edilizia libera - Comunicazione inizio lavori (CIL) ai sensi dell'art. 136 comma 1 lett.a) e comma 2 lett. b), c), c bis), d), e), f) che consente il deposito diretto dell'avente titolo e non necessita di asseverazione di tecnico abilitato).

Per le modalita' di inoltro delle pratiche telematiche e per il recepimento della relativa modulistica si prega di fare riferimento alla pagina web dedicata.

Costi

Pagamento diritti comunali di istruttoria

Per lo svolgimento dell'istruttoria delle pratiche presentate allo Sportello Unico, l'Amministrazione Comunale ha istituito una tariffa per ogni singolo procedimento attivato, come da delibera dei diritti di segreteria consultabile al link a fianco.
Il versamento della somma richiesta può essere effettuato secondo le modalità di seguito indicate:
tramite la home page del comune servizio PAGO-PA Informativa pagamenti telematici


 

Informazioni

  • Che cos’è lo Sportello Unico Edilizio (SUE)

Come disposto dall'art.5 comma 1-bis D.P.R.n.380/2001 “Testo unico edilizia” modificato dall'art.54 della Legge n.221 del 28/12/2015 «1 -bis. (L) Lo sportello unico per l’edilizia costituisce l’unico punto di accesso per il privato interessato in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti il titolo abilitativo e l’intervento edilizio oggetto dello stesso, (...)»;
Le competenze attribuite sono quelle indicate all'art.132 comma 1 della L.R. n.65/2014 «1.  Ai sensi dell’articolo 5, comma 1 bis, del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n.380 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia), la gestione dei procedimenti abilitativi inerenti gli interventi di edilizia residenziale e le relative funzioni di controllo competono allo sportello unico per l’edilizia (SUE).»;

 

 

Struttura Sportello Unico Edilizia:
 
RESPONSABILE SPORTELLO UNICO
Ing. Laura Lenci
 
REFERENTI EDILIZIA / PAESAGGISTICA
Ufficio Amministratico
Sig. Marco Brogi
Sig.ra Francesca Fabiani
 
Ufficio Tecnico
Arch. Maurizio De Santis
Geom. Nicola Neri
 

 

RIFERIMENTI E CONTATTI:

Ufficio Amministrativo:
- Marco Brogi
- Francesca Fabiani

Tecnici:
- Arch. Maurizio De Santis
- Geom. Nicola Neri

Indirizzo Palazzo della Torre - Viale Vanghetti n. 2
Fax   055.85.44.727
E-mail  
m.brogi@comune.greve-in-chianti.fi.it
f.fabiani@comune.greve-in-chianti.fi.it
m.desantis@comune.greve-in-chianti.fi.it
n.neri@comune.greve-in-chianti.fi.it

 

 

Riferimenti e contatti

Ufficio
Amministrativo SUE
Indirizzo
Palazzo della Torre - Viale Vanghetti n. 2
Tel
055055
Fax
055 8544727
E-mail
sue@comune.greve-in-chianti.fi.it
Orario di apertura
lunedì (15,00 - 18,00) giovedì (8,30 - 13,00 / 15,00 - 18,00)

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *